Archivi tag: rabbia

Palmipedone #147 —Conosco le leggi del mondo—

Standard

Perché i ggiovani di oggi sono così, perché i ggiovani di oggi sono cosà, non c’è più rispetto, non c’è più religione, non c’è più educazione.
Io vi chiedo se avete finito di parlare per frasi fatte, chiedo se avete finito di lamentarvi di chi vi circonda e, allo stesso tempo, di comportarvi come degli screanzati: i giovani sono i figli che avete educato voi e che vi somigliano, che vi imitano o lo faranno non appena saranno in grado di farlo, che vi passeranno avanti nelle code perché lo hanno visto fare a voi oppure perché non gli avete mai detto che è sbagliato, che, con il loro super macchinone, si sentiranno autorizzati ad avere la precedenza su tutto e su tutti, che vi pesteranno i piedi e non vi chiederanno scusa; sono figli che, a loro volta genitori, lasceranno i loro bambini urlare in giardino alle due del pomeriggio proprio quel giorno che a farvi scoppiare il cervello ci pensa già il mal di testa, che criticheranno i giovani che loro stessi sono stati e che a loro volta stanno allevando, sempre con quel brutto vizio di far di tutta l’erba un fascio e sempre tirandosene fuori, solo capaci a puntare il dito, come se davvero fossero tutti uguali, come se non ci fossero persone, giovani, a cui l’educazione è stata veramente insegnata con le buone e, quando serviva con le cattive, con i no, i non si fa, i chiedi scusa, i per favore e, soprattutto, con i grazie.
Piantatela.
Perché il silenzio di chi subisce dei torti idioti, da parte di gente idiota, per motivi idioti, non è un silenzio di chi ama vivere cento giorni da pecora piuttosto di uno da leone. È il silenzio di chi è superiore, anche se, in quanto silenzio, non fa notizia. Nel mio caso, poi, è quello (superbo, ma educato) di chi conosce le leggi del mondo e che, no, non ve ne farà dono, ma potrebbe usarle per distruggervi tutti.
Sappiatelo.
Uomo avvisato mezzo salvato.