Archivi tag: attualità

Palmipedone #200 —Di Texas, Sanremo e Strategismo—

Standard

Chili si scrive come i chili però si pronuncia diverso. E nonostante sia un piatto tipico della cucina tex-mex ne vanno pazzi solo i texani. I messicani no. E in quello vero non ci vanno i fagioli. A proposito di Texas, poi, ho scoperto che howdy è il tipico ciao Texano, che se vai in Texas e non senti almeno un howdy allora devi essere sordo.

Poi.

Erano giorni che avevo in testa l’idea di compiere una specie di analisi a fini statistici sui testi delle canzoni di Sanremo, convinta che la parola più ripetuta sarebbe stata AMORE, ché Sanremo è il trionfo del sentimentalismo struggente

Bisogna sempre per forza parlare d’amore? [*]

A Sanremo sì, e infatti

Creato su Wordle.net

Scontato.
Amore, sole, cuore, mare, voglio, vita, cielo, sogno, chiamami, Amanda. Amanda: a me fa sempre venire in mente una citazione da un film di e con Pina Sinalefe:

Che cazzo dici, Amanda?[**]

E, grazie a questo esplicito richiamo cinematografico Albano è arrivato terzo. Grazie a questo ed in minima parte anche grazie all’entrata trionfale sulle note di (I Can’t Get No) Satisfaction che con Albano ci azzecca quanto il signoraggio bancario con lo strategismo sentimentale, quanto l’amore col sistema economico che mai vi sareste pensati fossero collegati e invece.

Indice de “Il Labirinto Femminile”

Purtroppo le pagine in questione non sono comprese nell’anteprima,
purtroppo dell’anteprima non sono riuscita ad andare oltre pagina nove perché de Il Labirinto Femminile è orrenda anche l’impaginazione, la scelta del font, il colore del font,
roba che devono essersi impegnati perché manco la formattazione predefinita di Word è così brutta,
roba che ti vien voglia di scrivere alla casa editrice chiocciola hotmail, giuro, chiocciola hotmail,


e magari chiedere pure come si fa a pubblicare un’indecenza di tali dimensioni, scritta (male) in un italiano forzatamente vecchio nel vano tentativo di innalzare a livello letterario bassezze del genere ‘na birra e quattro chiacchiere fra uomini:

in non so quanto tempo trascorso sprofondando nell’immaginazione di indurti con l’evidenza della mia dedizione all’amoroso assoggettamento simbolico del lasciare che ti prendessi da dietro usando la pazienza e le parole più affettuosamente prive di ritegno per renderti cedevole al punto da non potermene più dimenticare (pag 9).

Uso più punteggiatura io. Il che è tutto dire.

Palmipedone #26 —Omissioni di un presidente burlone—

Standard

“Vedi, loro sono la parte buona dell’informazione perché sono le televisioni e le televisioni le gestisco io quindi non  cambiano le parole, casomai sono io che le cambio una volta dette e posso fas sì che loro rettifichino immediatamente.  Poi i giornalisti, quelli cattivi rossi comunisti, maledetti catto-comunisti, quelli che si ostinano a perseguitarmi, li vediamo nel pomeriggio, povera Italia. Ahahah…”

Palmipedone #19 —Correlazioni—

Standard

C’è cocaina nell’aria di Roma: il vento soffia e a Sora (Fr) avvistano gli alieni. Il Tg3 riporta la notizia grazie ad un inviato speciale versione portamicrofono per testimoni oculari su di giri.

C’è il riscaldamento globale: la desertificazione avanza, si espande il triangolo delle Bermuda. Gli alieni, finalmente scesi sulla terra dopo anni di zig zag nei cieli, trovano un clima per loro isopportabile, impazziscono, razziano le città, ne violentano le donne e mettono in cinta una poveretta

Gli Italiani hanno eletto Silvio Berlusconi come primo ministro: Mistero (Italia 1, prima serata, conduzione di Enrico Ruggeri) fa l’11,9% di share.