Palmipedone #170 —Ater fàiv random facts—

Standard

Come ogni elenco puntato che si rispetti la numerazione riprende da dove ero rimasta:

  • Fact namber sics: la prima cosa che guardo in una persona sono i denti ed in genere è anche l’ultima se i suddetti non sono come dico io, cioè dritti, cioè mediamente grandi, cioè belli, potrei amarvi anche solo per i vostri denti, potrebbe succedere che mentre mi parlate, invece di guardarvi negli occhi, io vi guardi i denti. Una volta approvati quelli, poi, guardo anche altro.
  • Fact number sèven: è inutile che ci diciamo di no eh, noi tutti bloggher teniamo un ego abbastanza importante, il mio cresce a dismisura e crescendo (ding! Messaggio autopromozionale) è sconfinato nella creazione di questo per il blog di Disma che mi ha anche scritto

    ma cazzo è bellissimo!!

    (e la chiave di lettura non sta nei punti esclamativi, sta nel ma) lasciate che il mio io dilaghi.

  • Fact namber éit: la mia prima barzelletta fu

    C’era un uomo nudo sotto al letto

    Scompisciatevi pure.

  • Fact namber nàin: nel 90% dei miei sogni muoio ammazzata ed il sogno continua anche senza di me, nel senso che i personaggi proseguono tranquillamente le loro esistenze (io non compaio nemmeno nel ruolo di fantasma eh, semplicemente non ci sono più) come se nulla fosse successo, del tipo toh è morta, vabbè, pace all’anima sua. Che non lo so se avete visto Inception, ecco, a me (attenzione spoiler) schiattare per destarsi non sembra risolutivo, per il resto gran film.
  • Fact namber ten: so arrotolare la lingua. E allora? No, niente.
Annunci

»

  1. Non mi sembra eticamente corretto. Io non ho il fottuto gene che fa arrotolare la lingua. Sono una di quelle persone che fa facce strane , occhi strabici , per 20 minuti ma niente. Niente arrotolamento 😦

  2. Se mi aiuto con le dita , con molto sforzo con molta determinazione , con molto tempo una volta su 1.000.000 ce la faccio 😀

    P.s Qui si potrebbe cadere nel doppiosenso , per piacere manteniamo la faccia 😆

  3. “..in quei giorni i pastori della Galilea si recavano al tempio per sacrificare una capra al potente dio Ra..”..no, è sbagliato sia l’argomento che il blog. Dunque, dovrebbe essere: “in quei giorni gli amici di Ilaria si recavano dal dentista per curare i loro denti marci e cercare di preservare in tal modo la possibilità di parlare con Lei faccia a faccia.. e sulla strada si fermavano al tempio per sacrificare una capra al potente dio Ra..”

    • E tutti gli anni ad ottobre, mese della prevenzione dentale, i pastori della Galilea emigrati in Egitto (che, si tramanda, si chiedessero sovente checesiamovenutiaffàinEgitto?) sacrificavano una ciotola di frutti della terapia estrattiva al potente dio Ra.
      E dio Ra diceva loro:
      – Ma che è sto schifo?
      E fu sera e fu mattina.
      E fu novembre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...