Palmipedone #144 —Piano Compilation—

Standard

In realtà all’inizio doveva essere una compilation con i migliori brani tratti da colonne sonore.
Poi mi sono accorta che erano tutti pezzi suonati al pianoforte e, visto che c’ero, ne ho aggiunti degli altri estranei al mondo del cinema, ma vicini a quello dei tasti bianchi e neri e, soprattutto, a me. Che per il pianoforte (e per chi lo suona) ho un debole. Ma questo l’ho già detto.
Piesse. L’ultimo brano è una chicca scovata sul tubo: il tizio in questione (oltre ad essere molto bravo) ha una stanza più disordinata del mio armadio ed il suo coinquilino (il cui fodoschiena compare brevemente nel video) ha dei boxer orrendi.
Buon ascolto!

  1. Ryuichi Sakamoto – Merry Christmas Mr. Lawrence
  2. Keith Jarrett – My Song
  3. Yann Tiersen- Comptine d’un Autre Été
  4. Ludovico Einaudi – Oltremare
  5. Jan A.P. Kaczmarek (pianista Leszek Mozdzer) – Piano Variation in Blue
  6. Keith Jarrett Quartet – Country
  7. Yann Tiersen – Goodbye Lenin
  8. Ludovico Einaudi – Nuvole Bianche
  9. Michael Nyman -The Heart Asks For Pleasure First (su suggerimento di Quaest-io)
  10. Hans Zimmer (pianista Kyle Landry) – Tennessee/Brothers (Medley)
Annunci

»

  1. Merry Christmas Mr. Lawrence è una delle mie composizioni preferite e anche la versione con il testo e l’interpretazione del grandissimo David Sylvian (intitolata “Forbidden Colors”, citazione di Mishima? Non ricordo) non è da meno. Però hai dimenticato il grande Michael Nyman!!!

    (Perdonami per la scarsa qualità audio, ma era l’unica che mi piaceva per interpretazione).

    Sempre per rimanere in tema, io avrei messo in classifica anche il Concerto Per Pianoforte E Orchestra No. 3 di Rachmaninoff, che fa da colonna sonora al film The Shine.

    Dopo questa gran rottura di scatole, mi complimento per l’originalità delle tue classifiche. Quasi quasi mi vien voglia di riprendere la mia settimanale 😀

    • Oh cavolo, Lezioni di Piano me lo sono completamente dimenticato, che idiota! E pensare che sono stata tre ore a pensare per raggiungere la magica e tonda cifra di dieci pezzi, ora questo ce lo aggiungo (e proprio nella versione che hai suggerito tu, l’altra che ho trovato è troppo orchestrata per la mia compilation minimalista).

      Per Rachmaninoff potrei giustificarmi dicendo che non ce l’ho messo perché sarebbe stato l’unico morto, in realtà non lo conosco praticamente per niente, però questa è una buona occasione per documentarmi (e flagellarmi?).

      Forbidden Colors è meravigliosa, ovviamente (a anche le tue classifiche mi piacevano tanto, riprendile!).

      Per il resto ti ringrazio tantissimo per il tuo commento, non immagini quanto mi abbia fatto piacere riceverne uno così interessato (ed interessante)!

  2. Ragazza, tu mi dai delle grosse soddisfazioni :-).
    Oddio, detto così può sembrare qualunque cosa, però sono contento, perché ti avevo trovata con un ricerca con delle particolari parole chiave che ora non ricordo, e sono contento perché mi piace ciò che “produci” :).
    Alcuni brani li conosco, alcuni li ho sentiti ora al volo, penso che mi piacciano tutti. Sono stato a fine luglio a sentire Einaudi all’auditorium, un concerto bellissimo, Nightbook.

    • Ahaha, ma se scrivi questo anche tu mi dai delle grosse soddisfazioni!!!
      Sai che abbiamo rischiato di incontrarci al concerto di Einaudi? Fosse stato per me avrei partecipato praticamente a tutti i concerti di Luglio suona bene all’Auditorium, ma, un po’ per i prezzi, un po’ perché faccio fatica a trovare degli accompagnatori interessati (e io non sono il tipo che prende e va da sola) alla fine ho visto solo…Elio e le Storie Tese. 😀

      Einaudi e Knopfler però mi son sfuggiti con dolore. Immenso.

      • eh sì, i concertini costicchiavano abbastanza!
        A me sarebbe piaciuto tantissimo sentire Norah Jones, mi sono accorto solo troppo tardi che c’era stata anche lei.
        Gli Elio sono molto bravi e intelligenti, però non mi hanno mai preso più di tanto.

      • Io ho una naturale predisposizione per il demenziale, quindi li adoro (mai quanto Einaudi, e maimai quanto Mark Knopfler). Aggiungici poi il fatto che il biglietto (che era relativamente economico) non l’ho pagato io e rendi il tutto ancor più bello.

  3. Pingback: Classifica Immoralia Special – Guitar « "?"!

  4. Questa pagina è bellissima! Posso dire che è una delle mie preferite, tutte queste belle canzoni messe insieme mi fanno sorridere. Verrò spesso a trovarla.

    A me piace tantissimo Yann Tiersen, secondo me è il migliore di tutti, mi fa sognare, mi fa emozionare… La mia mente fa viaggi immortali grazie alla sua musica.

    • Grazie mille! Torna pure quando vuoi, gli ascoltatori buongustai (ma com’è che siete tutti maschietti?) sono sempre i benvenuti…

      (E sì, Yann Tiersen piace molto anche a me)

  5. Porto alta la bandiera femminista degli appassionati del pianoforte.
    Da quando son senza mi sento come una persona alla quale hanno amputato un arto.
    Ti lascio questo pezzo, interpretazione femminile compositore Philip Glass,se non lo conosci già te lo consiglio vivamente.

    • Io non lo so manco suonare, mi sento menomata dalla nascita (e no, non venitemi a dire che non è mai troppo tardi per imparare, lo è eccome).
      E questo pezzo di Philip Glass c’aveva un retrogusto angosciante che mi è piaciuto assai… 😉

  6. L’ultima canzone è bellissima…. ma il tizio che fa lo zaino nel video!?!?? ahahahahahah! XD immagino che già le conoscerai cara ^_^… trovo meravigliose anche queste due colonne sonore con il piano…
    ed anche
    strumento meraviglioso il piano!!!!

    • aspetta… mi sono dimenticato di scrivere una cosa… MERAVIGLIOSO IL PIANO XD no nel caso non si fosse intuito… anyway.. poi me devi spiegà come mette il link da youtube… XD

    • Tu non ci crederai, ma quella di Titanic non l’ho messa sapendo che, se mai avessi letto, l’avresti aggiunta tu che sei l’uomo I need a knife, I need a knife. Però non me ne aspettavo BEN DUE di link, ebbene sì, sei riuscito a sorprendermi… 😀

      (Per inserire il video scrivi e dopo l’uguale ci incolli l’url del video)

  7. ahahahahhahahahahhahaha avevo scambiato il sacco con i panni zozzzzzi per uno zaiono… certo pure quello ma che non lo sa che se sta a riprende il pianista AHHAAHAHHAH?!?!??!

    • Sottotitoli:
      Assai copiose risa! Sembravami uno zaino, trattavasi invece di sacca ricolma di indumenti destinati al lavaggio! Sorprendemi inoltre l’ingenuità del soggetto nel mostrarsi in tali condizioni: possibile che non sapesse di rientrare nell’inquadratura invero destinata al pianista? Copiose ed interrogative risa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...