Palmipedone #132 —Rainy Compilation—

Standard

Io lo sapevo che questa cosa delle compilation a tema mi avrebbe preso la mano, lo sapevo. Comunque.
Questa è più pop della precedente, pop nel senso di popolare e popolare nel senso di composta da brani noti ai più. E anche più personale: mentre quella sulle patate, nata  per scherzo, ha richiesto un accurato lavoro di ricerca per raggiungere la cifra tonda di dieci pezzi (letteralmente è ciò che si definisce una compilation ricercata), per questa, avendo un vasto repertorio a disposizione, ho potuto addirittura permettermi di scegliere. Ho quindi selezionato i miei 10 brani piovosi preferiti, mescolando un po’ di tutto (come mio solito), ma tentando di seguire quelle che sono le regole per una buona compilation:

Registrare una buona compilation […] non è mica facile. Devi attaccare con qualcosa di straordinario per catturare l’attenzione […], poi devi alzare un filino il tono, o raffreddarlo un filino, e non devi mescolare musica nera e musica bianca, a meno che la musica bianca non sembri musica nera, e non devi mettere due canzoni dello stesso cantante di seguito, a meno che non imposti tutto il nastro a coppie.
[Nick Hornby – Alta Fedeltà]

Beh, più o meno…

  1. Prince – Purple Rain
  2. B. J. Thomas – Raindrops Keep Falling On My Head
  3. Peter Gabriel – Red Rain
  4. Creedence Clearwater Revival – Who’ll Stop The Rain
  5. Guns N’ Roses – November Rain
  6. Randy Newman – I Think It’s Going to Rain Today
  7. Dire Straits – It Never Rains
  8. Phil Collins – I Wish It Would Rain Down
  9. Supertramp – It’s Raining Again
  10. Eric Clapton – Let It Rain
Annunci

»

  1. Standing ovation per aver citato High Fidelty.
    Le compilation sono una cosa strana, ogni tanto mi prende voglia di registrare delle cassette ma non potrei mai sentirle in giro perchè il walkman è K.O da secoli, oramai le compilation sono state mangiate dalle playlist, ed è un vero peccato perchè diciamocelo, le cassette erano belle, e ci voleva fatica a farle.
    Ah si ti ritengo personalmente responsabile sia della mia rinnovata incredibie voglia di registrare una cassetta che per il desiderio di rileggere per la 30esima volta Altà Fedeltà.ARGH.

    • Alta Fedeltà è un libro talmente poliedrico (non so se si dice di un libro, ma facciamo finta di sì) che potrebbe essere citato più o meno in qualsiasi occasione!

      Anche a me piaceva fare le cassette, mi manca quel senso di frustrazione tipico di quando si arrivava quasi alla fine del nastro e lo spazio rimasto era sempre troppo o troppo poco, per cui bisognava rassegnarsi a lunghi silenzi oppure a finali brutalmente troncati…

      Piesse: buona rilettura, non fa mai male 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...