Palmipedone #128 —La Vispa Teresa, ovvero Storia di un Lecca Lecca—

Standard

Premesse varie:
Io sto alla poesia come il caffèlungo di Starbucks sta all’espresso.
Lo schema delle rime nel componimento che segue è ABCBACASO.
Per rimare ho utilizzato anche dei verbi, non si fa, andrò all’inferno, lo so, ma è ciò che mi è uscito di getto ieri pomeriggio mentre, per non pensare, ripetevo fra me e me La vispa Teresa, stratagemma che di solito uso nei momenti di disperazione, quando il mio cervello entra in quelle riflessioni-tunnel che hanno l’unica conseguenza di portarmi a vagare per campi di guano. Ieri non ha funzionato nemmeno questo, ché come succede ad Alice avevo l’impressione di non saper più niente, neanche le cose conosciute a memoria:

Alice: La vispa Teresa/avea fra l’erbetta/a volo sorpresa…
Brucaliffo: Stoop. Non essere esattevolmente così. Ascoltare:

Storia di un Lecca Lecca
(e di come venne rubato)

La vispa Ilarietta
avea fra l’erbetta
un giorno trovato
un bel Lecca Lecca.

Serena e paziente,
guardandosi in giro
pensava prudente:
“Per ora lo miro”.

E tutte le sere,
in grande segreto,
celava il tesoro
vicino a un vigneto

pensandolo salvo
da sguardi vogliosi
da bocche impazienti
di cibi dolciosi.

Finché una mattina
andando a guardare
il suo bel tesoro
non seppe trovare.

Guardandosi attorno
con fare sospetto
sbucare dai tralci
vedette un merletto

ché un’altra bimbetta
con ben meno cura
piegava sul dolce
la bassa statura.

“Deh! Ferma, marrana!
Che cosa combini?
Rubare dolciumi
non è da bambini!

Son io che l’ho presa,
è a me che mi spetta,
su molla lo stecco
e scappa, vispetta!”

E quella, non scossa,
rispose distesa:
“Se proprio ci tieni
alla preda contesa,

diventa mia amica
e chiudi quel becco,
così puoi guardarmi
mentre la lecco.”

Amiche? Giammai!
Che peste ti colga!
Tu, ladra di dolci!
La pancia ti dolga!”

Voltate le spalle,
veloce fuggì,
e dalla sua vista
la ladra sparì.

Postmesse, altrettanto varie:
spero che le persone che, inevitabilmente, si sentiranno chiamate in causa dai versi (leggasi il Lecca Lecca non senziente e la vispetta golosa) non si offendano (qualora, per caso, dovesse capitar loro di leggere). È stato un modo per sdrammatizzare una situazione divenuta un po’ pesante. Per me. Non che l’ironia sia risolutiva, ma aiuta.
A proposito della Vispa Teresa, poi, fossi in voi darei uno sguardo anche al sequel

…Perduto l’onore,
sfumata la stima,
la vispa Teresa,
più vispa di prima,
per niente pentita,
per niente confusa,
capì che l’amore
non è che una scusa […]
Contenta e giuliva
s’offriva e soffriva.

Trilussa – La Vispa Teresa

Annunci

»

  1. è MERAVIGLIOSA ( perdona il maiouscolo ma era necessario ricorda che io sono uno strillone XD ) ahahahahaha che splendore… e pensa per la prima volta in vita mia ha compreso di cosa parla una poesia…. ahahahah XD GENIO!!!! io cmq contatterei il produttore per tentare di girare un film su questa storia……..

    • Ahòmmacchevvoi? Macchésseinvidiosa?
      Mattuguarda.
      Dolciosi e vedette sono licenze poetiche (e, visto che ci sono, pure l’a me mi). Ecco. Non ho capito perché ‘sta giustificazione dovrebbe valere per tutti e per me no. Quindi vale.
      I Teletubbies sono degli artisti di tutto rispetto (taaante coccole).
      E Pietro Aretino è passato alla storia solo perché ha scritto cose sconce, in realtà (e cito da Wikipedia) per molti fu semplicemente un arrivista ed uno spregiudicato cortigiano. 😉

  2. Pingback: Palmipedone #133 —Di Maledizioni e di Epitaffi— « "Non calpestare i Palmipedoni"

  3. Pingback: Palmipedone #184 —Uno solo— « "Non calpestare i Palmipedoni"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...