Lettere dalla Cina #1

Standard
Datong_tempio_sospeso

Tempio Sospeso (Datong)

[Premessa:

Ho un’amica in Cina, io.
Un’amica in Cina che è molto di più di una semplice corrispondente dall’estero perché non solo mi racconta di cose cinesi, di luoghi cinesi, di usanze cinesi, di cibi cinesi, di grassi cinesi, di nani cinesi, di discoteche cinesi, di trasporti cinesi, di cinesi cinesi, ma si diletta anche nella scrittura di mail apparentemente senza senso alcuno, e-mail made in China che di cinese hanno solo il timbro orario. Vista la sua spiccata propensione al nonsenso ed il mio viscerale amore per il suddetto, e, visto anche  il suo rifiuto di collaborare a questo pseudoblog in qualità di autrice invece di limitarsi a lasciare commenti che rasentano l’assurdo, per non sprecare tutto l’insensato paroleggiare di cui mi dispiace esser la sola beneficiaria da oggi la incorono autrice a sua insaputa.]

Non sono divenuta partigiana, nonostante i tuoi più vivi desideri in proposito e, per quanto io sappia bene che il contatto con la natura e l’aria pulita di montagna sono importanti, non credo intraprenderò mai tale professione visto che mi sembra sopravvalutata e mal pagata. Detto ciò, dopo la nostra folle notte danzereccia, mi son svegliata dopo sole sei ore di sonno (oggi pomeriggio crollerò, oh cavoli tecnicamente è già pomeriggio) e devo impiegare il mio tempo, aspettando che Claudia si svegli. Non dirmi di tornare a dormire, già mi sono rigirata fra le coltri per un’ora e più e nessuno dei pensieri che mi è venuto in mente conoscer lo vuoi. Stai sicura. O forse no, visto quanto scandalosamente porche sono le nostre conversazioni da un po’ di tempo a questa parte. Ce vole n’omo, Ilà! Lascia fa. Anche uno a metà, tipo hobbit, che so mezzo uomo mezza papera, mi fanno ridere gli uomini culoni che ciangottano. Tu potresti trovarti un mezzo uomo e mezzo cane, così avresti qualcuno che ti porta le pantofole e il giornale, ci sarebbe bava dappertutto, ma meglio che un pugno in un occhio. Certo però lo dovresti addestrare, bisogna perderci tempo con gli animali, e tu le bestie le conosci abbastanza se non sbaglio…[…]

Annunci

»

  1. Primo: dannata, che il cielo possa caderti sulla testa. Secondo: lo sai che la pubblicità della Veet cinese promette fino a 12 settimane di irresisitibile morbidezza? Ce ne vuole di faccia tosta! Almeno da noi si trattengono a 4 settimane e già è una bufala!

  2. Pingback: Lettere dalla Cina #2 « "Non calpestare i Palmipedoni"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...