Palmipedone #104 —Unicità condivisa—

Standard

C’era un tempo che mi sentivo unica, o almeno più unica di così, perché c’erano delle cose che pensavo fossi la sola a fare, tipo separare gli strumenti mentre sento la musica e invece poi ho scoperto che c’è un gruppo sul faccialibro di persone che separano gli strumenti mentre sentono la musica solo che poi bisogna vedere come lo fanno perché leggevo le frasi in bacheca e più o meno tutti dicevano io isolo il basso oppure io isolo la batteria, e allora no, quello non vuol dire separare gli strumenti, vuol dire isolarne uno, che è molto più facile del separarli tutti, perché io è così che faccio, per ogni strumento un morbido nastro colorato che ondeggia con il suono dello strumento nel pezzo, secondo me non c’è nessuno che fa così, che gli viene una cosa bella come viene a me, ondosa, colorata che poi spesso non c’entra niente con gli strumenti perché non è che sono così brava da poterli separare tutti, specialmente se ce ne sono tanti, però devo ammettere che l’immagine finale è piuttosto suggestiva, diciamo pure unica, diffidate delle imitazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...