Palmipedone #102 —Cioccolato—

Standard

Ho bisogno di tirarmi su il morale, avevo detto. Quindi ieri sera mi hanno coinvolta nella visione collettiva di un telefilm, argomento della puntata: corna. Corna e lacrime. Corna, lacrime e Alessio Boni nei panni di un ornitologo dalla parlata spiccatamente settentrionale, non avvezzo all’igiene personale e innamorato di una sciapa parrucchiera urlante con un’inflessione fastidiosamente toscana. In realtà non proprio innamorato di lei, ma di un’altra, la promessa sposa incinta di suo fratello. Di suo fratello morto. Donna dalla psiche instabile e dai collant di dubbio gusto, incline alla tragedia e al monologo in stile predicozzo, dalla lacrima facile, protagonista di copiosi pianti insieme a quell’altra (quella là con le corna), con una immaginazione sin troppo fertile, a sua volta innamorata del lui in questione, ma troppo civile per avvelenare la parrucchiera e fornire un importante contributo alla battaglia mondiale contro le fonti di inquinamento acustico, nonché combattuta per i sensi di colpa nei confronti del defunto amato che comunque, dalle nuvole, non tarda a dare il suo assenso all’unione. Unione che se non fosse avvenuta avrei almeno potuto godere delle altrui, seppur fittizie, disgrazie: corna, passioni non ricambiate, pianti, donne insipide indegne rivali d’amore. Si è risolto tutto, invece, tranne le corna che, comunque, passeranno in secondo piano nella prossima puntata (che a questo punto non so se vedrò) quando l’ornitologo subirà la trasformazione da sfigato a figo e la sua amata nuova di zecca sarà la donna più felice e più fortunata della terra. E io, tramutatami nella parrucchiera arpia, vorrò ammazzarla a colpi di ferro arricciacapelli (rovente).
Avrei fatto meglio a strafogarmi di cioccolato, da subito. Almeno avrei potuto evitare di mangiarne una doppia razione per rimediare alla tristezza telefilm-indotta.

Annunci

Una risposta »

  1. questo perchè non bisogna MAI (maiuscolo) guardare “tutti pazzi per amore”… si rischia di rimanere invischiati in improbabilie e impossibili intrighi amorosi…inesistenti per giunta…ahhh me la dessero a me Camilla Filippi..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...