Palmipedone #62 —Sabato—

Standard

Dando uno sguardo alle statistiche del mio blog, mi sono accorta che, finora, non ho mai scritto di sabato. E che, paradossalmente, il maggior numero di post pubblicati si concentra nei giorni di venerdì e domenica, che sono proprio quelli attorno al sabato. Sono giorni ricchi di idee, il venerdì e la domenica. Mentre il sabato tabula rasa. Non ho idee, il sabato. E non si può scrivere se non si hanno idee.

Quando mi dicono scrivi un libro io vorrei rispondere che è proprio  per questo che non lo faccio: perché ci sono giorni che non ho proprio nulla da dire e non è che in quei giorni te la puoi cavare come nella vita, che te ne stai zitto, non è che puoi riempire una pagina di asterischi e poi concludere dicendo scusate, ma oggi non mi veniva proprio in mente niente. E non puoi nemmeno saltare l’appuntamento con la scrittura, perché un libro, se non lo scrivi tutti i giorni, poi alla fine ti viene spezzettato, disomogeneo, che poi in realtà non lo so perché io non l’ho mai scritto un libro, ma secondo me è come una cascata, se la fermi non è più una cascata, il libro cessa di esistere nel momento in cui ti fermi.

E io lo so che il sabato mi fermerei, di sicuro. Perché, non lo so come mai, ma sono vuota dentro, di sabato.

Annunci

Una risposta »

  1. Il sabato è una giornata X.
    Assolutamente indefinita e indefinibile, da un lato ti senti pieno di possibilità dall’altro sei già svuotato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...