Palmipedone #48 —Senza titolo—

Standard

Avete presente quelle ovvietà che si dicono di tanto in tanto, del tipo “La vita è come uno spettacolo teatrale in cui noi siamo gli attori e il mondo è il palcoscenico” ?

Non ti sembrano poi così ovvie quando ti accorgi che il tuo professore (mentre spiega e tenta di rendere simpatico il teorema di Cauchy) sembra uno di quegli attori tragicomici da night che non fanno ridere nessuno, di quelli che gli urlano vattene a casa e magari gli tirano pure i bicchieri. Più lo guardo e più mi sento un solitario avventore incazzato col mondo, di quelli convinti che avere davanti un bicchiere di whisky on the rocks ed una scatola di sigari potrebbe aiutare a dimenticare tutte le sventure subite (e quelle ancora in agguato), di quelli che se la prendono col barista perché il drink fa schifo e il pianista nell’angolo suona coi piedi ma signore qui non c’è alcun pianista, non fa niente qui fa tutto schifo anche quello che non c’è, la vita fa schifo, me ne porti un altro…migliore di questo.

Poi alzi gli occhi e ti sei perso mezza lezione, ma quel maledetto comico da quattro soldi è ancora lì, solo che non hai alcun bicchiere da tirargli. Nemmeno di plastica.

E forse è meglio così.

Annunci

Una risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...