Palmipedone #38 —Evidenze (sperimentali)—

Standard

Sono una donna, ma in nome della parità dei sessi, non ho mai preteso che un uomo mi cedesse il passo o il suo posto a sedere, non ho mai storto il naso alle domanda “Quanti anni hai?” (se posta con le h nella giusta posizione); per salutare qualcuno mi alzo in piedi, anche se quel qualcuno è un uomo; se c’è una pozzanghera tento di saltarla al mio meglio (quando non sono talmente sovrappensiero da finirci dritta dentro) senza aspettare che qualcuno ci distenda il mantello sopra.

Quindi, maledetto bipede, se mi aspettavo che tu chiudessi il cancello del box al mio posto [visto che eri stato talmente fortunato da trovarlo già aperto risparmiandoti la fatica di alzare il tuo abnorme deretano dal sedile della macchina] non è perché sono una femminista accecata dai pregiudizi, ma è perché sapevo che mi avevi visto: ero carica come un mulo, avevo più mani occupate di quante effettivamente ne possegga (due? Uno, due…Sì, due) e stavo mormorando maledizioni in curdo perché mi era caduta la borsa dalla spalla, non riuscivo a ritirarla su e mi stava squartando un braccio. Se mi non aspettavo che tu te ne andassi fischiettando e facendo tintinnare le chiavi è perché credevo che ci fosse ancora un neurone vivo nel tuo cervello.

Evidentemente mi sbagliavo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...