Palmipedone #37 —Cocci—

Standard

A volte capita che ti impegni al massimo per sembrare (a te stessa) forte, imperturbabile, all’altezza della situazione.

A volte capita che, dopo tanto sforzo, torni a casa e rompi una tazzina (magari la tua preferita), dissetando il pavimento con quel caffè che tanto desideravi.

Quelle volte capita che non riesci a trattenere le lacrime, e piangi come una cretina con i calzini a bagno nel caffè bollente.

E, infine, capita che ti chini, raccogli i cocci ed asciughi il pavimento ed il viso, perché sai che è così che si fa, non è la prima volta. E non sarà nemmeno l’ultima.

Annunci

»

  1. Ciao Ilaria,
    mi ha fatto molto piacere la tua visita (e anche il tuo commento!).
    Io la vedrei in questo modo: siamo state originali in due! Ovviamente ognuno dà ai palmipedoni il senso che preferisce, proprio perché un senso non ce l’hanno… e Alice è piena di spunti del genere.
    Tornerò a leggerti!
    Un saluto,
    Giulia

  2. Pingback: Palmipedone #68 —Stats&Greetings— « "Non calpestare i Palmipedoni"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...