Palmipedone #30 —Donna sull’orlo di una crisi di nervi—

Standard
« Talvolta o spesso un uomo si infila in un “cul de sac”, volontariamente o no si entra in un tunnel nel quale, andando avanti non si intravede la luce e indietro non si può tornare »
(Roman Polanski)

Ebbene, io temo proprio di essermi ficcata in un cul de sac, con questa storia del cambio di tesi. Se quello che dovevo fare prima mi sembrava difficile, quello che mi si prospetta davanti adesso (e nel quale mi trovo parzialmente già immersa) appare al difuori della mia portata. Ed è un’apparenza che devo per forza sfatare se voglio riuscire a laurearmi con un minimo di dignità e un massimo di 30 pagine. Il fatto che, a dir la verità, io non sia entrata volontariamente in questo tunnel non mi solleva molto il morale. Affatto. Anche se quello che devo fare mi piace, il dover capire ed imparare un linguaggio di programmazione in tre giorni (fatto che smorzerebbe anche gli entusiasmi più accesi) mi butta completamente a terra.

Ma non mi ferma (ancora).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...