Palmipedone #1

Standard

La mia testa è piena di idee, lo so, le percepisco, è come se avessero un peso.

Eppure quando cerco di esprimerle, o più semplicemente di ordinarle, fuggono. E’ come quei giochi a gettoni in cui si controlla un artiglio metallico. Una volta premuto un pulsante l’aggeggio scende, stringe le sue grinfie, ma raramente arraffa qualcosa.

Così fanno i miei pensieri, eludono la mia volontà di renderli noti non solo agli altri, ma persino a me stessa. Ogni tanto fanno capolino quando dall’esterno vengono richiamati da pensieri in un certo senso gemelli, ma generati da menti altrui. Così ce ne sono alcuni che finalmente emergono, diventano parte della mia personalità, delle mie convizioni. Altri se ne stanno nell’ombra, continuando a schivare ogni tentativo di farli uscire. Questo blog vuole essere essenzialmente questo, una scommessa con me stessa, per e contro me stessa.

Una cosa è sicura. Sarà una faticaccia.

Annunci

Una risposta »

  1. Pingback: Palmipedone #100 —Cento— « "Non calpestare i Palmipedoni"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...